Terapie

efficaci e durature

Endodonzia

Cliniche Italdent

Il servizio di ENDODONZIA si occupa delle fasi diagnostiche e del trattamento delle patologie di competenza endodontica, quali lesioni cistiche e ossee, lesioni e granulomi apicali, ascessi apicali, pulpite acute e patologie pulpari croniche, riabilitazione di elementi compromessi da traumi e processi cariosi estesi.

Il trattamento canalare (detto anche endodontico o devitalizzazione) è la terapia elettiva nei casi di pulpite, granuloma, ascesso o quando si debba fare una rizotomia o rizectomia delle radici. Il dente da trattare va sempre isolato con la diga: l’ambiente operativo deve essere asettico.

Si ricorre alla terapia endodontica qualora una lesione (cariosa, traumatica) determini una alterazione irreversibile del tessuto pulpare, fino alla necrosi stessa. È possibile inoltre ricorrere a questa metodica qualora l’elemento dentario debba essere coinvolto in riabilitazioni protesiche che, a causa della notevole riduzione di tessuto dentale stesso, determinerebbero un’alterazione pulpare irreversibile (necrosi pulpare per cause iatrogene).
La terapia endodontica ortograda è composta da diverse fasi che i medici delle cliniche Italdent esegueno nella seguente metodica :

  • radiografia pre-operatoria, posizionamento della diga (per mantenere il campo operatorio più sterile e pulito possibile) , accesso alla camera pulpare.
  • sagomatura con strumenti endodontici manuali (k-files) e meccanici (strumenti in nichel titanio come protaper universal), detersione del canale radicolare dopo l’utilizzo di ogni strumento sia manuale che meccanico ( ipoclorito di Sodio riscaldato a 50°).
  • sigillatura tridimensionale di tutte le strutture del canale (compresi canali laterali e delta apicale) tramite una gomma termoplastica (Guttaperca) secondo la tecnica di condensazione verticale a caldo(sistem b).
  • controllo radiografico post- operatorio

Tutta la terapia viene eseguita in un’unica o al massimo due sedute, e con l’ausilio dei migliori macchinari quali occhialini ingrandenti.

Nei casi di granuloma od ascesso, se la terapia è stata corretta, si potrà notarne radiograficamente la remissione parziale o totale a distanza di tempo. Dopo una terapia endodontica, per qualche giorno, si potrà accusare dolenzia alla masticazione per l’insorgere di una periodontite (con una sensazione che il dente trattato sia più “lungo” degli altri): con pazienza o con l’ausilio di antiinfiammatori (prescritti dal vostro dentista) tale sintomatologia regredisce.

Per quanto riguarda i denti decidui che presentino carie avanzate, o fratture con esposizione della polpa (non più vitale) anch’essi vanno trattati endodonticamente e in modo precoce. Le terapie che si eseguono sono, a seconda dei casi:

  • Pulpotomia: è l’asportazione della polpa con una terapia canalare parziale;
  • Pulpectomia: è l’asportazione della polpa con una terapia canalare completa.

Se eseguite sui molari, è opportuno che questi vengano ricoperti con corone fuse di acciaio per fare in modo che permangano nella loro sede fino al momento della permuta.