Terapie

efficaci e durature

Implantologia

Cliniche Italdent

Con le innovative tecniche di chirurgia odontoiatrica, e più precisamente l’implantologia, é possibile ottenere risultati sorprendenti i quali rendono i nostri denti belli, stabili e duraturi.

L’implantologia è attualmente il migliore sistema per la ricostruzione dentale, alternativo rispetto alle protesi tradizionale con un successo pari al 95-98%.

L’implantologia dentale consiste nell’inserimento nell’osso mascellare o mandibolare (privo del dente naturale) di pilastri che, una volta integrati nell’osso stesso, potranno supportare un dente artificiale idoneo a svolgere la sua funzione.

Gli impianti dentali permettono di conservare integri i denti naturali adiacenti allo spazio da colmare.

Negli ultimi trent’anni, sono stati commercializzati impianti di diversi materiali, tra cui il carbone vitreo, lo zaffiro a cristallo singolo, l’acciaio, il titanio.
Il titanio gioca un ruolo fondamentale in numerose applicazioni chirurgiche sia in campo ortopedico che cardiovascolare e odontoiatrico. La moderna implantologia, si è concentrata sull’utilizzo del titanio.

Il successo “clinico” delle leghe di titanio è dovuto alle ottime proprietà meccaniche, alla resistenza alla corrosione all’elevata biocompatibilità e ad altre caratteristiche quali atossicità, bassa conducibilità termica, radiotrasparenza, resistenza alla masticazione.

Il titanio stabilisce con l’osso una connessione diretta che è alla base dell’osteointegrazione.

Grazie a quasi vent’anni di continua ricerca clinica, la Zimmer Dental, nostro patner implantare, ha sviluppato e brevettato un processo di rivestimento in grado di assicurare al meglio l’osteointegrazione e una maggior stabilità dell’impianto stesso.

La stratificazione degli impianti dentali in titanio con l’Idrossilapatite ha lo scopo di combinare l’elevata capacità di generazione ossea di questo minerale con le proprietà meccaniche del titanio in modo da ottenere la completa fusione tra osso e impianto dentale, con conseguente stabilità ottimale dell’impianto stesso.

OGGI 2014 ITALDENT è ORGOGLIOSA DI PRESENTARTI Trabecular Metal Material

Il primo impianto dentale progettato per ottenere la crescita ossea interna interconnessa con l’impianto stesso

La ricerca ha portato alla sviluppo di un biomateriale in tantalio poroso con struttura ed elasticità simile all’osso trabecolare.

Questo materiale che da più di dieci anni è largamente usato nelle ricostruzioni ortopediche, ci ha messo disposizione un nuovo tipo di impianto dentale,
la cui tecnologia è stata studiata per la crescita interna biologica dell’osso attraverso i pori sapientemente creati nell’impianto stesso.

IN PRATICA

Il materiale Trabecular Metal è dotato di pori completamente interconnessi progettati per la crescita interna dell’osso

Queta nuovissima soluzione implantare ci permette di considerare

L’IMPLANTOLOGIA dentale richiede da parte di chi la pratica un’approfondita conoscenza della biologia, della biomeccanica, e ottima capacità chirurgica, protesica ; inoltre lo studio odontoiatrico deve essere organizzato in modo tale da assicurare una corretta preparazione della sala operatoria, un personale all’altezza dell’assistenza richiesta nonché un adeguato controllo a distanza dei casi trattati.

Sembra oramai accertato che gran parte degli insuccessi siano fortemente condizionati da:

  • Inadeguata Tecnica Operatoria
  • Insufficiente Asepsi ( Contaminazione da parte di Microrganismi di Oggetti e Strumenti Precedentemente Sterilizzati.)
  • Errata Scelta del Tipo di Impianto Dentale
  • Insufficiente Organizzazione

Mentre il successo è condizionato da:

  • Ampia esperienza Chirurgica dell’odontoiatra che solo in questo modo può Individuare il Trattamento di Elezione.
  • Dotazione di Apparecchiature adeguate, Strumentario in perfetto ordine Personale Ausiliario Qualificato e attento.
  • Istruzione del Paziente sulle operazioni di Igiene e Mantenimento da svolgere a casa, Visita di controllo annuale.

Procedura

Verificata l’assenza di patologie e controindicazioni tramite un questionario e colloqui con i medici si puo procedere all’inserimento dell’impianto nel tessuto osseo sotto anestesia.
Sia prima che dopo l’installazione è necessario un trattamento con antibiotici e antiinfiammatori a discrezione del medico per evitare fastidi ed infiammazioni. Il dolore postumo è paragonabile a quello di un estrazione.
La seconda fase avviene dopo 3-6 mesi in relazione al caso e alla collocazione dell’impianto dove viene collegato un “pilastro di guarigione”, a breve rimosso e sostituito dal supporto per una corona provvisoria ed in fine quella definitva.

Controindicazioni

Si sconsiglia di procedere nell’inserimento di impianti dentali in presenza di problemi paradontali: nei casi di infezioni, presenza di forte flora batterica, abuso di fumo o gengive ritirate tali fattori tendono a compromettere la buona riuscita della terapia implantare.
Non esistono limiti di età: le condizioni richieste sono uno scheletro osseo gia formato (nei maschi questo processo dura anche oltre i 18 anni) ed una sufficiente presenza di tessuto osseo su cui andrà montato l’impianto dentale.